TESTIMONIANZE

" Il grande punto di forza di Emmanuel Beyens è la fedeltà con cui riesce a riprodurre il soggetto dell'opera. Grazie al suo stile iper realistico, e ad una pennellata molto sicura, riesce davvero a far vivere il suo personaggio attraverso la tela, per produrre un opera contrassegnata dal sigillo di autenticità ".

Frédéric de Montpellier d'Annevoie de Villermont

“Ringrazio Emmanuel Beyens per questo ritratto da lui dipinto in occasione della mia partenza dalla Guardia di Finanza italiana, nel 2014, e presentato durante un vernissage alla presenza dell'allora Vicepresidente della Commissione Europea, poi Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani.

Il realismo del ritratto, unito ai miei sforzi limitati a poche sedute di posa richieste dal pittore, mi hanno portato a consigliare Emmanuel Beyens a tutti coloro che vorrebbero avere un'opera del genere. L'arte del ritratto deve essere preservata, nonostante l'avvento di varie altre forme d'arte ".

Generale della Guardia di Finanza Alessandro Butticé.

 

 

"Emmanuel Beyens ha capito perfettamente quello che volevamo ed è riuscito a tradurre il sentimento che volevamo mantenere e trasmettere attraverso questo ritratto; insomma, ha fatto un bellissimo lavoro professionale e meticoloso, rispettando le scadenze e lo spirito di ciò che gli abbiamo chiesto"

Nob. Cavaliere de Donnea de Fologne

“Non è mai facile per un pittore capire la personalità del suo modello e scoprire chi è veramente. Da parte mia, non potrei concepire me stesso senza la natura: azalee, querce, il mio cane Isa. Emmanuel ha visto che erano parte integrante di ciò che sono. Sono in soggezione per la sua attenzione ai dettagli: quasi mille azalee sulla tela! Lo consiglio anche per la sua umanità e la sua empatia, qualità così importanti in un ritrattista. "

Prof.  Sylviane Cannio